oblio
Parole scelte

La parola della settimana: oblio

Il mese di gennaio non deve cadere nell’oblio. Ecco perché Idee Folli torna con nuovi spunti per inaugurare il 2024.

Nel suo articolo Salvatore Rosella si è lasciato ispirare dall’oblio negato nel Manfred di Byron: a volte gli uomini non possono dimenticare o essere dimenticati, neanche se vogliono. E questa sua interpretazione non può che rimandare anche al drammaturgo Carmelo Bene.

Dal canto suo, invece, Natalia Siepi, quando parla di oblio parla di quella che è la memoria corta del secolo breve, eredità del nuovo millennio. A distanza di decenni stiamo ancora assistendo a scenari di guerra relativamente vicini, a conflitti sui vaccini o su altre verità pseudoscientifiche.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *