solo
Parole scelte

La parola della settimana: Solo

Il lockdown, la quarantena e l’autoisolamento hanno insegnato a ognuno una cosa importante: il valore di stare da solo. Ed è proprio a tutti coloro che si sono sentiti così che dedichiamo i nostri articoli su SOLO.

Salvatore Rosella ci parla del concetto di soliloquio e del teatro come arte della relazione. Perché lo sapete…a teatro, tra attori e spettatori, non si è mai soli.

Natalia Siepi, invece, ci racconta di un’altra arte che non ci fa sentire mai soli: la musica. Nel suo articolo tratta della solitudine in Gaber e De André.

Che state aspettando ancora?! Dedicate un SOLO momento e leggete i nostri articoli della settimana.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.