Parole scelte

Wanderlust, ovvero del desiderio di viaggiare

Chi ha fatto il classico lo sa, per ogni concetto esiste un’impronunciabile parola tedesca.

Ed è proprio dalla lingua della letteratura e della filosofia che abbiamo preso la parola della settimana: Wanderlust, desiderio di viaggiare.  Non importa se la nostra meta è fisica o immateriale, se fuori o dentro di noi, il punto è avere sempre voglia di andare avanti.

Se come noi siete accaniti esploratori, sempre pronti con lo zaino in spalla non potete perdervi questa avventura fra letteratura e scoperta. A volte carta e inchiostro ci portano più lontani di un passaporto, e la penna della nostra Giorgia Calò vi guiderà per un sentiero antico e sempre nuovo: i racconti di viaggio. Un percorso che andrà da Calvino a Gotto, passando per Kerouac e Verne, fatto di storie, paesaggi e atmosfere che vi lascerà senza fiato. Ma quando si parla di Wanderlust non si può non pensare ad Ulisse, al suo desiderio per il viaggio, e meta per eccellenza: Itaca.  Da secoli meta e punto di partenza.  Lasciatevi allora cullare allo sciabordio mentre vi godete le parole di Salvatore Rosella  che vi guiderà fino ad Itaca sulle parole di Kostantinos Kavafis.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *